Festival della Scienza

Contenuti del sito

Contenuto della pagina - Torna su


Conferenza

L'anno Italo Egiziano della Scienza EISY09 come visione strategica per uno sviluppo sostenibile

Tarek Hussein, Antonio Morabito
L'evento fa parte di: Egitto: passato e futuro 
Anche quest’anno il Festival prosegue la tradizione del Paese Ospite dedicando all’Egitto una sezione interamente dedicata. Questa collaborazione nasce nell'ambito dell'anno Italo-Egiziano della Scienza e della Tecnologia - EISY2009 promosso dal Ministero dell’istruzione e della ricerca egiziano ed italiano, Ambasciata Italiana al Cairo e Biblioteca Alessandrina e iniziato ufficialmente lo scorso gennaio.
L’insieme di eventi ed iniziative realizzate sono il risultato di un forte legame tra i due Paesi, rafforzato, nel corso degli anni, grazie a collaborazioni di successo nell’ambito della scienza e della tecnologia. Energie rinnovabili, risorse idriche, materiali innovativi e sviluppi recenti nel campo della medicina e delle biotecnologie sono quindi i nuovi temi al centro dell’attenzione comune dell’Italia e dell’Egitto, due nazioni che condividono passione e impegno nel campo della ricerca e della formazione scientifica.
Il programma dell’EISY2009 include quindi iniziative, quali il Festival, che affrontano e discutono di aspetti critici dei governi, delle organizzazioni intergovernative e della comunità scientifica, nell’ottica di creare nuove visioni strategiche per uno sviluppo sostenibile, soprattutto nei Paesi del Mediterraneo. Per questo, dunque sono fondamentali strumenti il carattere internazionale della scienza e l’attenzione verso l’istruzione per creare, in uno “scambio” di risorse ed idee, Università, aree di ricerca e opportunità professionali per entrambi i Paesi.

L’insieme di eventi ed iniziative realizzate sono il risultato di un forte legame tra i due Paesi, rafforzato, nel corso degli anni, grazie a collaborazioni di successo nell’ambito della scienza e della tecnologia. Energie rinnovabili, risorse idriche, materiali innovativi e sviluppi recenti nel campo della medicina e delle biotecnologie sono quindi i nuovi temi al centro dell’attenzione comune dell’Italia e dell’Egitto, due nazioni che condividono passione e impegno nel campo della ricerca e della formazione scientifica.

Biografie

Tarek Hussein
Presidente dell’Academy of Scientific Research and Technoloy (ASRT) in Egitto. Con una carriera universitaria proseguita nei suoi numerosi studi sull’energia delle particelle atomiche, Tarek Hussein ha ricevuto nel 1995 l’”Egyptian Prize” in fisica ed è stato insignito, nel 2000, della “Kingdom of Saudi Arabia Medal in Physics”.
Coordinatore della Commissione Egiziana per il progetto “SESAME - Synchrotron-light for Experimental Science and Applications in the Middle East” e membro dell’ Egyptian Physics Society, Hussein è il fondatore dell’Egyptian Network of High Energy Physics (ENHEP) in Egitto, che, tra le sue atività, include la collaborazione con il CERN per il progetto “LHC-Large Hadron Collider”.


Antonio Morabito
Ministro Plenipotenziario, Coordinatore per la Comunicazione della Direzione Generale per la Promozione e Cooperazione Culturale del Ministero degli Affari Esteri. Focal point italiano per EISY2009 - l’anno italo-egiziano della la scienza e tecnologia.

Versione stampabile

Da 15 anni
il 24 ottobre, alle 18:00
Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio
P.zza Matteotti, 9 - Genova
Ingresso: Biglietti Festival
Prenotazione: consigliata